Il primo spot con una famiglia gay

È andato in onda in america, ed è uno spot televisivo di 30 secondi su una marca di snack per la colazione, Honey Maid, ed ha come protagonista, fra le altre famiglie, una famiglia gay con due figli.

Lo spot è molto delicato, e “classico” per uno spot di cereali, ovvero la visione di momenti quotidiani di una famiglia.

Proprio la normalità e la naturalezza di una famiglia omosessuale, ha suscitato diverse critiche, tra cui, quelle di un’associazione Cristiana (One Million Moms) che combatte matrimoni omosessuali, pornografia ed aborto, rilasciando un comunicato ufficiale con scritto:

Nabisco si dovrebbe vergognare per l’ultimo spot per i cracker Honey Maid e Teddy Graham dove tentano di normalizzare il peccato. Lo spot non solo promuove l’omosessualità, ma definisce sana la scena mostrata.

Anche nei social network, l’azienda ha ricevuto molte critiche, decidendo infine di affidare a due artiste il compito di “riciclare” i commenti negativi per creare qualcosa di bello. Ecco il risultato

L’azienda dal 10 marzo, rispettivamente nei due video, ha ottenuto 4.730.679 1.865.058 di visualizzazioni (in crescita) ed ha ottenuto sicuramente un elevato risalto mediatico, ma quello che noi ci chiediamo è

In Italia, riusciremmo a far trasmettere un video simile in televisione? A voi la risposta.

Potrebbero interessarti anche...