Il flop del Grande Fratello

logo grande fratello chiude

Un flop epocale quello del Grande Fratello, come del resto c’era da aspettarselo. Dopo 12 anni dalla sua prima edizione uno dei programmi più trash che la televisione abbia mai offerto cade vittima della monotonia, mediocrità e banalismo mediatico.

Nulla è servito rendere il Grande Fratello “multimediale” (parola già vecchia dal ’90) e nemmeno far accoppiare in modo scimmiesco gli abitanti della casa, questa volta gli autori del programma devono arrendersi all’obsolescenza di questo format.

Addirittura, fanno sapere gli autori, il primo di aprile, con un mese e mezzo di anticipo il palinsesto chiuderà, speriamo definitivamente. Ascolti bassi, concorrenti senza arte nè parte – direbbero i più maligni – tra le cause principali dell’imminente chiusura, ma anche e soprattutto un format che non sa più da nulla, in cui traspare una superficialità così disarmante tanto da lasciare del tutto indifferenti anche i video dipendenti più assidui e paranoici.

D’altra parte il prodotto di Mediaset aveva stufato da tempo, specie adesso che gli italiani sono immersi da tutt’altri problemi. Insomma, caro Grande Fratello dal pensiero unico, non rappresenti più nessuno. E questa sì che è una buona notizia.

Potrebbero interessarti anche...